Sintesi del nuovo itinerario formativo

formazione
SINTESI DEL NUOVO ITINERARIO FORMATIVO
per ottenere la qualifica di Consulente filosofico di Phronesis

Premessa
Per favorire adeguatamente l’esercizio professionale della consulenza filosofica, la Scuola di Consulenza Filosofica  Phronesis punta alla costruzione di un profilo del filosofo consulente che prevede siano state acquisite alcune competenze di tipo pratico-teorico e che siano state implementate alcune forme di consapevolezza che consentano l’ottimale esercizio della consulenza. La guida ideale del presente itinerario è rappresentata dall’affermazione achenbachiana secondo cui “la consulenza filosofica è il filosofo”; ciò significa che al learning by doing privilegiato dal precedente itinerario formativo e utile ad affinare le modalità della pratica professionale si affianca con più rilevanza l’esercizio di consapevolezza del filosofo che è consulente filosofico – sembra dire Achenbach – in quanto filosofo orientato a filosofare all’interno del cerchio della quotidianità del suo interlocutore, mediante un linguaggio accessibile che sappia tradurre maieuticamente e senza offerte al ribasso le questioni aperte della filosofia, in modo tale che il cerchio della quotidianità dell’ospite ne venga messo “in movimento” e “vivificato”.

Le condizioni per accedere all’Itinerario di formazione per diventare Consulente filosofico di Phronesis sono due: 1. essere in possesso di Laurea Specialistica (o vecchio Ordinamento) in Filosofia (oppure di titoli ritenuti equipollenti dall’Associazione) e 2. aver superato un colloquio d’ingresso.

Il nuovo Ordinamento per conseguire la qualifica di “consulente filosofico di Phronesis” istituisce un Corso della durata di due anni, con 124 ore d’aula effettive ripartite in moduli. L’anno formativo inizia il 25 agosto e si chiude il 30 luglio dell’anno solare successivo.

I moduli formativi sono 10 (di 10 ore l’uno, per un totale di 100h), avranno cadenza bimestrale e saranno tenuti tra sabato pomeriggio e domenica in una sede unica (Firenze).

Ad essi si aggiunge un seminario intensivo estivo che avrà la durata di 24 ore formative e che potrebbe aver luogo fuori dalla sede designata.

I due anni del percorso saranno virtualmente separati da una prova di valutazione/autovalutazione il cui superamento darà titolo per accedere al secondo anno: si tratterà di un colloquio in cui, a partire da questioni autobiografiche, i candidati dovranno enucleare gli aspetti filosofici rilevanti ai fini della consulenza.

Al secondo anno, con l’ausilio di un Tutor, inizierà il tirocinio della professione. La formazione si conclude con il colloquio finale in cui si discute la propria tesi sulla consulenza filosofica.

E’ previsto un percorso abbreviato per coloro che abbiano seguito altri percorsi di formazione alla Consulenza filosofica o che ne hanno fatto esperienza professionale in modo non occasionale. Costoro, dopo il colloquio d’ingresso, potranno sostenere direttamente il test di ammissione al percorso abbreviato, ma dovranno presumibilmente attendere che questo percorso venga attivato. L’art. 18 del nuovo Ordinamento indica quali siano gli adempimenti minimi per avere accesso al Colloquio di accreditamento.

Riportiamo qui l’articolazione completa e quella minima del percorso formativo, estraendola dall’Ordinamento della formazione 2013-2015, artt. 17 e 18.

Art. 17. Itinerario formativo completo: sua articolazione

L’itinerario formativo completo comprende:

a) 5 moduli formativi bimestrali annui (10 nei due anni) della durata di 10h cadauno (100h totali) collocati tra sabato pomeriggio e domenica;

 

b) 1 corso intensivo estivo della durata di 24 h formative;

 

c) la partecipazione ad almeno 1 Seminario nazionale dei professionisti;

 

d) dopo ogni incontro di formazione, riflessione dialogata in modalità telematica o attività analoghe;

 

e) 3 elaborati individuali: 2 su temi indicati (lettura critica della letteratura sulle pratiche; aspetti delle filosofie della propria formazione significativi per la visione della CF) e 1 da concordare coi formatori o col Tutor ;

 

f) partecipazione ai lavori di una sezioni o macrosezione locale (liberamente scelta come previsto dal Regolamento delle sezioni 2013, art.2.1) per almeno 36 ore, testimoniata dal foglio firme; in alternativa, qualora non vi fosse una sezione attiva in prossimità della zona di residenza, 2 cicli di almeno 3 incontri l’uno di esperienze pratiche aggiuntive e sostitutive della frequenza della sezione

 

g) le 10 consulenze obbligatorie in veste di consultante

 

h) la schedatura di 5 esperienze di cui almeno 3 di consulenza filosofica in veste di consulente seguite da un supervisore e massimo 2 di consulenza o pratica filosofica di gruppo;

 

i) Tesi finale: almeno 50.000 battute spazi inclusi.

Art. 18. L’itinerario formativo abbreviato: sua articolazione
Gli adempimenti minimi per ottenere l’accreditamento di consulente filosofico Phronesis richiesti a chi può far valere pregresse esperienze/formazioni documentabili di consulenza filosofica sono:

 

a) 5 moduli formativi bimestrali della durata di 10h cadauno (50h totali) collocati tra sabato pomeriggio e domenica;

 

b) la partecipazione ad 1 Seminario nazionale dei professionisti;

 

c) dopo ogni incontro di formazione, riflessione dialogata in modalità telematica o attività analoghe;

 

d) 2 elaborati individuali sui temi indicati (lettura critica della letteratura sulle pratiche; aspetti delle filosofie della propria formazione significativi per la visione della CF) ;

 

e) partecipazione ai lavori di una sezioni o macrosezione locale (da lui liberamente scelta come previsto dal Regolamento delle sezioni 2013, art.2.1) per almeno 36 ore, testimoniata dal foglio firme; in alternativa, qualora non vi fosse una sezione attiva in prossimità della zona di residenza, 2 cicli di almeno 3 incontri l’uno di esperienze pratiche aggiuntive e sostitutive della frequenza della sezione

 

f) le 10 consulenze obbligatorie in veste di consultante

 

g) la schedatura di 5 esperienze di cui almeno 3 di consulenza filosofica in veste di consulente seguite da un supervisore e massimo 2 di consulenza o pratica filosofica di gruppo;

 

h) Tesi finale: almeno 50.000 battute spazi inclusi.

 

A questi adempimenti si potranno aggiungere eventuali debiti formativi risultanti dalla valutazione dei titoli di accesso.

Il costo dell’Itinerario è fissato in 2.500 €. Ad esso vanno aggiunte le 10 consulenze filosofiche (che si pagano direttamente al consulente, con tariffa agevolata) e tutte le spese di trasferta. L’Associazione offre la possibilità di vitto e alloggio presso la sede della formazione con prezzi contenuti da corrispondere in loco ai gestori.

Il titolo di Consulente filosofico di Phronesis dà accesso all’albo privato dell’Associazione e consente l’inserimento nel sistema di formazione continua che si articola tra le sezioni locali e il seminario nazionale.

I formatori saranno selezionati tra i consulenti filosofici professionisti ed eventuali personalità di rilievo del mondo delle pratiche.

L’avvio della formazione è subordinato al raggiungimento di una quota minima di iscritti per annualità.

Per ulteriori informazioni, contattare formazione@phronesis-cf.com

I commenti sono chiusi.


Seguici su...

Facebook


Phronesis Associazione Italiana per la Consulenza Filosofica | c/o COLAP Via Antonio Gallonio, 18 - Roma | C.F. 97634740019 | Privacy